Il marmo arabescato, dalla storia al suo utilizzo nel design

Il marmo arabescato è una varietà molto pregiata di marmo bianco con venature grigio scure: il nome deriva proprio dalle sue venature dette “arabeschi”. Molto simile al marmo venato, il marmo arabescato ha un colore bianco cristallino e si distingue dal litotipo venato per le sue venature più evidenti e di colore più scuro. Materiale di pregio usato in progetti di design per interni ed esterni, il marmo arabescato si adatta a molti tipi diversi di utilizzo sia d’impronta moderna che classicheggiante, dai rivestimenti interni all’uso nelle zone pubbliche come parchi e strutture edili.

quali sono le caratteristiche del marmo arabescato

Estratto nella zona delle Alpi Apuane e Versilia, in provincia di Lucca, dove ha sede anche il sito di estrazione del più pregiato marmo di Carrara, il marmo arabescato è caratterizzato da un fondo particolarmente bianco, con venature grigio/verdognole, a volte rosate. Inoltre, l’arabescato può presentare anche dei motivi a ovuli, a tratti anch’esse di color grigio-verde. Questo tipo di marmo è particolarmente indicato per la lavorazione a macchia aperta: infatti, questo tipo di lavorazione ne esalta le caratteristiche venature.

le particolarità

La presenza delle forti ed evidenti venature identifica il marmo arabescato come materiale pregiato, grazie anche alla grande lucentezza di cui è dotato. Caratteristica, quella della luminosità, che lo rende ideale soprattutto per la realizzazione di rivestimenti e pavimenti di lusso. Attualmente esistono tre varietà di marmo arabescato:

  • Il marmo arabescato Corchia: proveniente dalla medesima provincia di Lucca ma estratto dalle cave di Stazzema, anche l’Arabescato Corchia proviene da quel territorio ricco di bellezza che tra il 1300 e il 1400 fornì la materia prima per la costruzione delle chiese e degli imponenti palazzi di Pisa, Lucca e Genova. Il marmo Arabescato Corchia, che prende il nome dall’omonimo monte, presenta un fondo chiaro decorato da ovuli bianchi e da venature chiare, grigie e a tratti verdognole; è principalmente utilizzato per pavimenti esterni ed interni, banchine, top cucina e piatti doccia;
  • Il marmo arabescato Vagli: un marmo estratto nella zona apuana/versiliese e caratterizzato da un fondo bianco che presenta venature che vanno dal grigio al verdognolo, talvolta rosate. Impiegato prevalentemente per spazi interni ed esterni, per pavimenti, rivestimenti, scale, colonne, portali, caminetti ed elementi architettonici, questo marmo può essere levigato, lucidato, spazzolato, bocciardato, sabbiato e fiammato. Infine, l’Arabescato Vagli è perfetto per l’arredamento pubblico e privato;
  • Il marmo arabescato Cervaiole: di eccezionale fattura e prestigio, il marmo arabescato Cervaiole si declina in lucidato, calibrato e bisellato e si adatta alla perfezione ad ambienti con grande ampiezza e luminosità. Varietà dalla grande bellezza estetica, di un bianco cristallino, possiede dense venature che con delicatezza si intrecciano e creano giochi di ombre caratterizzate da leggere tonalità di grigio e bianco panna. L’Arabescato Cervaiole si adatta agli ambienti dallo stile moderno ma ha la sua massima resa nei contesti più classicheggianti.

come viene utilizzato nel mondo del design

Materiale di qualità per caratteristiche estetiche e compattezza, il marmo arabescato è sicuramente uno dei marmi più utilizzati per progetti di design, interni ed esterni. Le sue applicazioni spaziano dall’oggettistica di diverse dimensioni come arredo e soprammobili, utilizzo moderno e classico, dalle pavimentazioni di pregio alle pareti ventilate, rivestimenti d’interni e complementi per gli esterni. È, ad ogni modo, impiegato da progettisti e architetti per lo più per pavimenti e rivestimenti di lusso.

Potrebbe anche piacerti